Il guidatore colpisce deliberatamente due ciclisti

Sabato 13 giugno 2020 vicino a Krempachy, in Polonia, un giovane pilota di 18 anni che ha ottenuto un diploma per soli 3 mesi, colpire deliberatamente due ciclisti su una piccola strada di campagna. Secondo la moglie della coppia, l'automobilista era aggressivo e aveva una rapida discussione con suo marito prima di colpirlo e improvvisamente frenare. La donna è quindi caduta sul retro della macchina. La donna ha subito una lussazione della spalla mentre l'elmetto di suo marito ha rotto l'incidente. La patente di guida è stata revocata dal giovane automobilista.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

1 Commento

  1. dimitris81 dice:

    Sebbene tali comportamenti siano riprovevoli ,in questo caso, il diciottenne lo ha causato COMPRENSO a causa dell'inesperienza. A causa del fatto che era un nuovo pilota, non aveva ancora l'esperienza appropriata per situazioni simili: nel senso che mentre era concentrata su come fermare il primo ciclista, dove dopo una minacciosa manovra frenò accanto a lui, non ha calcolato correttamente il 2 ° ciclista.
    Forse pensava di essersi fatto da parte dietro l'altro e di non riuscire nemmeno a guardarsi allo specchio di fronte al suo nervosismo..

    La verità è che forse ha pensato bene, è capitato solo di essere un po 'stupido dietro che invece di andare un po' a destra o premendo FRENI, si voltò e lo seguì con il risultato che abbiamo visto. C'erano poche possibilità che ciò non accadesse dopo un tale nervosismo.

    Per quanto riguarda il 1 ° ciclista, è chiaro che ha anche una parte di responsabilità perché se si osserva nel video ... Con l'avvicinarsi della macchina,il ciclista si muove costantemente nella corsia di una virata a sinistra anche se dopo una tale manovra della macchina , c'è stato solo un leggero spostamento a destra del ciclista ,ancor prima che l'auto fosse allineata sulla strada. L'autista dopo una tale manovra pensò che il ciclista si sarebbe fermato e così ha disossato l'auto per essere fianco a fianco. Ma fin dall'inizio il ciclista è stato catturato dagli ego e alla fine il conducente ha lasciato spazio al ciclista, il ciclista preferiva passare “lo graffia” di conseguenza, senza contare il suo baricentro con la brusca frenata del conducente , mangiare la sua faccia allo specchio. Il colpo è stato violento sulla strada, il che indica che non è caduto intenzionalmente sullo specchio, anche se non ha cambiato corsia né ha usato i freni.

    Bordo libero , se è stato intenzionale dall'autista ,si alzava per andarsene e non si lasciava prendere dal panico facendo tremolare la macchina finché non si fermava e scendeva.